Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Chiesa della Santissima Annunziata

Diocesi di Torino ( sec. XVII; XVIII )

Via Annunziata, 10068, Villafranca Piemonte (TO)

La costruzione della chiesa della Santissima Annunziata ha inizio nel 1615 ad opera della confraternita omonima. I lavori proseguono nel corso di tutto il Seicento, modificando ed ampliando l’edificio che risulta terminato nel 1685. Nel corso del XIX secolo vengono condotti lavori di miglioramento che interessano il campanile, la facciata, ammodernata nella sua decorazione con l’affresco dell’Annunciazione e la costruzione del porticato antistante.
La ricchezza della decorazione interna riconducibile al periodo barocco testimonia una stagione di ambiziose commissioni volute ed economicamente sostenute dai confratelli dell’Annunziata.
Come spesso accadeva in ambito laico, i Battuti tra il XVII ed il XVIII secolo decidono di rivolgersi ad alcuni tra i più ragguardevoli artisti presenti nel Piemonte sabaudo per celebrare Maria. Tutto l’apparato iconografico è infatti destinato ad esaltarla. Domina la scena la struttura lignea dell’altare maggiore. Un’opera poderosa affiancata ai lati da due passaggi simmetrici predisposti per l’accesso al coro e dorata nel 1699 da Giovanni Antonio Lomello di Torino che i Libri dei Conti documentano già prima del 1685, anno dell’ingrandimento della chiesa. Al centro è incastonata la tela dell’Annunciazione. Secondo i registri della Confraternita si data 1689 il contratto e la quietanza di pagamento al pittore cheraschese Sebastiano Taricco.
Anche le pareti dell’aula rendono onore a Madonna con un ciclo di grandi tele a lei dedicate. La Nascita della Vergine, la Presentazione di Maria al Tempio, lo Sposalizio e l’Immacolata Concezione sono riferibili al pittore Martino Cignaroli (1718 circa). La Visitazione e la Presentazione di Gesù al Tempio sono invece di poco più tarde (1735 circa) e sono opera di Alessandro Trono.
Pur non appartenenti al ciclo, sono di pregio anche due tele dell’artista saviglianese Giovanni Antonio Molineri raffiguranti le Stimmate di san Francesco e la Visione di san Romualdo, datate intorno al 1680, e la Via Crucis (1737 circa), che realizzata a più mani alterna tele minori ad altre di elevata compiutezza pittorica.

Aspetti di vita devozionale

La storia dei Disciplinanti della Santissima Annunziata affonda le sue radici nel Seicento, conservando fino ad oggi una spiccata vitalità religiosa e culturale.
Le carte d’archivio attestano la fondazione del sodalizio al 1621. Nacque per volontà di un gruppo di villafranchesi, in un momento anteriore alla costruzione della chiesa. All’atto della costituzione i confratelli non disponevano di un luogo d’incontro dedicato, pertanto si radunavano nella chiesa di Sant’Antonio. In breve tempo il crescente numero degli iscritti li indusse ad acquistare una casa rustica in borgo Santo Stefano, ovvero nel sito dove poi fecero costruire la chiesa attuale. Nel 1681 i Disciplinanti ottennero l’approvazione per essere aggregati all’Eremo dei Padri Camaldolesi di Torino. L’orgoglio ed il desiderio di affermazione da parte della Compagnia è testimoniata anche dal pregio delle opere d’arte che vollero per la loro chiesa. Le feste della SS. Trinità e della SS. Annunziata divennero solennità centrali così come nel corso del Settecento furono molteplici le occasioni in cui la Confraternita divenne luogo per ricevere l’Indulgenza.
La composizione era esclusivamente maschile. Questi, vestivano un saio bianco stretto a vita da un cordone ed un cappuccio a coprire la testa con i fori in corrispondenza degli occhi.
Le testimonianze orali raccontate dai Confratelli del Novecento documentano l’inizio dell’anno liturgico la prima domenica di Avvento con le Sante Quarantore (dalla domenica al martedì). Accanto alle antiche solennità e alla partecipazione ai funerali, la Compagnia molto si prodigava in occasione della Pasqua: in particolare era struggente l’allestimento del Santo Sepolcro. La scultura lignea della Madonna con Cristo deposto in grembo veniva posta su un palco e contornata da alberi di ginepro che nel pomeriggio della domenica delle Palme venivano raccolti lungo le rive del fiume Chisone nella zone di Garzigliana dove incontra in Pellice.

Link esterni
Accessibilità
Scheda di visita

Scheda della chiesa della Santissima Annunziata scaricabile per la visita

Lun-Dom chiuso

La chiesa è visitabile l'ultima domenica del mese da APRILE a OTTOBRE dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00 ed in concomitanza con feste ed eventi speciali.
La visita è inoltre possibile in altre date su appuntamento telefonico.

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Info

cattedrale
Cattedrale di Torino
diocesi
Torino
tipologia edificio
Confraternite
indirizzo
Via Annunziata, 10068, Villafranca Piemonte (TO)
cel
349.8933124
mail
luigicapello89@gmail.com
web
www.parrocchiavillafrancap

Servizi

accessibilità
si
accoglienza
true
didattica
sconosciuto
accompagnamento
true
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
true

DOVE DORMIRE NELLE VICINANZE

B&B CASALE

CORSO REGINA ELENA 1, RACCONIGI, 12035, TO

Bed & Breakfast

017286479 / 3488823238 giulianna@bbcasale.com

Leggi tutto

CASA MARIA REGINA – CASA PER FERIE DI MASSANO ANDREINA

VIA GRISELDA 37/38, SALUZZO, 12037, CN

CASA PER FERIE

3477786507 andreina.massano@gmail.com

Leggi tutto

Casa della Giovane

Via Silvio Pellico 40, Pinerolo, 10064, TO

Casa per ferie

012174092 - 3381709616 maria.benotto@libero.it

Leggi tutto

© 2013 2022 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl - Informativa privacy