Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Chiesa di Santa Caterina

Diocesi di Saluzzo ( sec. XIII; XVI; XVIII )

Corso Vittorio Emanuele II, 7 12030 Cardè CN

Le disposizioni per l'erezione nelle immediate vicinanze del castello della parrocchiale di Santa Caterina di Cardè risalgono al 1204 e si devono a Manfredo II di Saluzzo; nel 1324 il progetto trova compimento, auspice il marchese Manfredo IV. Sarà Manfredo VII a ottenerne il titolo di Collegiata, con bolla di papa Giulio II, il 16 luglio 1506, cinque anni prima della costituzione della Diocesi di Saluzzo, suggellando la manifestazione del potere marchionale in sedi differenti dalla capitale. La riedificazione dell'edificio risale al 1704, dopo gli anni delle guerre tra Vittorio Amedeo II di Savoia e Luigi XIV che profondamente segnano questa fetta di territorio con ondate di distruzioni e saccheggi, in particolare ai danni del patrimonio ecclesiastico. Il cantiere di primissimo Settecento, promosso dal marchese Carlo Emanuele di Saluzzo Miolans Spinola, cubiculario di Vittorio Amedeo II, segna la rinascita del territorio proprio in concomitanza con i primi cantieri promossi dal vescovo Carlo Giuseppe Morozzo. Il recupero interviene salvando e riplasmando in tanta parte l'impostazione seicentesca delle facciate, come ancora attesta l'impiego delle serliane su tutti e quattro i lati; tale tipologia di apertura non può che rimandare alle scelte boettiane, rammentando che nell'anno 1660 è prevosto di Cardè Bernardo Boetto. Il pregevole apparato decorativo dell’aula della chiesa è opera di Giovanni Borgna e risale al 1878.

Le plurisecolari vicende storiche della parrocchiale di Santa Caterina sono narrate dagli arredi per la liturgia e dagli apparati decorativi in essa stratificatisi. Tra le devozioni più antiche - stante gli affreschi superstiti del nucleo quattrocentesco intorno a cui si sviluppa l'edificio attuale - spiccano quella per Santa Caterina d'Alessandria e per San Cristoforo (le raffigurazioni della Santa cui è dedicata la chiesa, già Collegiata, tornano in facciata, nell'Apoteosi dipinta nella volta, nei riquadri del presbiterio ad imitazione di grandi teleri). La devozione a Sant'Antonio Abate si manifesta precocemente, e si rivitalizza nel Settecento con quella per San Giuseppe, Sant'Antonio da Padova e San Bernardo da Chiaravalle. Il celebre Netu Borgna interpreta personalmente, nel 1882, il culto per San Chiaffredo (che guarda al Santuario di Crissolo) e San Costanzo, patroni della Diocesi di Saluzzo, con gli affreschi del presbiterio. Costante è la devozione mariana, come attestano le statue processionali della Madonna del Rosario, dell'Addolorata e dell'Assunta. Tra i dipinti più moderni che arredano l'aula della chiesa, sorprende il San Ponziano, mentre ci vengono trasmesse le reliquie di Sant'Orsola e di San Probo, custodite nei rispettivi reliquiari.

Link esterni
Accessibilità
Lun-Ven chiuso
Sab 15:00 - 18:00
Dom 08:00 - 12:00

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Lun-Ven -
Sab 15:00
Dom 08:00 10:30

Info

cattedrale
Cattedrale di Saluzzo
diocesi
Saluzzo
tipologia edificio
Chiese e comunità parrocchiali
indirizzo
Corso Vittorio Emanuele II, 7 12030 Cardè CN
tel
0172 90137
mail
beniculturali@diocesisaluzzo.it
web
www.diocesisaluzzo.it

Servizi

accessibilità
si
accoglienza
true
didattica
true
accompagnamento
sconosciuto
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
sconosciuto

DOVE DORMIRE NELLE VICINANZE

CASA MARIA REGINA – CASA PER FERIE DI MASSANO ANDREINA

VIA GRISELDA 37/38, SALUZZO, 12037, CN

CASA PER FERIE

3477786507 andreina.massano@gmail.com

Leggi tutto

B&B CASALE

CORSO REGINA ELENA 1, RACCONIGI, 12035, TO

Bed & Breakfast

017286479 / 3488823238 giulianna@bbcasale.com

Leggi tutto

Casa della Giovane

Via Silvio Pellico 40, Pinerolo, 10064, TO

Casa per ferie

012174092 - 3381709616 maria.benotto@libero.it

Leggi tutto

© 2013 2022 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl - Informativa privacy