Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Oratorio di San Michele Arcangelo

Diocesi di Alessandria ( sec. XVI; XVII )

Via Roma - 15060 Capriata d'Orba (AL)

La storia documentata può partire da una data fondamentale: nel 1582
l’Emissario Apostolico della Curia Genovese, Mons. Bossio, visita tutti i paesi
dell’Oltregiogo ligure, ma secondo L. Tacchella la visita non fu completa a
causa della malferma salute del Bossi. Completò la visita Carlo Montilio nel
1585 e troviamo a proposito questo rapporto:
Nell’oratorio di santo Michele di Capriata appartenente ai disciplinanti
“osservino gli Confratelli esattamente gli Capitoli ch’anno dell’Ill.mo R.mo
Cardinale di Santa Prasse (San Carlo Borromeo); siino frequenti in comunicarsi
spesso e recitar l’officio di nostra Signora; imparino tutti la Dottrina Cristiana
et alle feste vaddino tutti alla Parrochia ad aiutar il Parrocho ad insegnarla
guadagnando l’indulgenze concesse a quest’effetto. Faccino detti Confratelli
allargar l’altare per ridurlo a debita misyra coprendolo di tavolato et
provvedendolo di pietra sacra, di tela sangalla verde, di carte della gloria, di
cuscino, di chiodo, di serraglio, di finestra per le ampolle, et di brandella come
s’è detto per gli altari della Parrocchiale. Faccino parimenti detti confratelli
restorar l’immagine di Santo Michele sopra la porta di fuori, et imbiancare la
muraglia (le pareti)
Come secondo “documento” abbiamo la piccola campanetta, usata
ultimamente per annunciar l’inizio della santa Messa, e troviamo inciso nel
bronzo la data:
“M-D-XXXX-IIII- Ave Maria”. (1544)
La successiva tappa cronologica appare nel 1647, attraverso un
testamento a beneficio dell’Oratorio di San Michele, seguita nel 1652 da
annotazioni sugli affitti delle terre di proprietà della nostra chiesa. Quindi fra
il 1582 e il 1647 riscontriamo un “silenzio - stampa” di circa un secolo dovuto
sicuramente alla scomparsa di molti documenti esistenti.
Un particolare molto importante, sviluppatosi dentro i vecchi oratori, fu
l’aggregazione a Confraternite, o meglio Arciconfraternite, per ottenere
privilegi, esenzioni, e forse assistenza ed alloggio in caso di visite a Roma in
occasione dei giubilei come quello del 1625, 1650, 1675, 1700,1725, 1750.
L’oratorio di San Michele scelse quello dell’Arciconfraternita della SS.ma
Trinità dei Pellegrini e dei Convalescenti di Roma fondata da San Filippo
Neri nel 1548: ebbe per istituto il ricovero dei pellegrini o romei che negli Anni
Santi affluivano nell’Urbe a decine di migliaia (nel 1725 questa confraternita
dette ricetto a 382.140 fratelli).
Per quanto riguarda i secoli successivi sappiamo che nel secolo XVIII vi è stata
una riplasmazione dell'edificio e nel 1721 la costruzione della facciata attuale,
mentre il colore della stessa è stata rifatto nel 1821.

Nella chiesa ha sede la Confraternita della SS. Trinità.

Link esterni
Approfondimenti

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Info

cattedrale
Cattedrale di Alessandria
diocesi
Alessandria
tipologia edificio
Confraternite
indirizzo
Via Roma - 15060 Capriata d'Orba (AL)

Servizi

accessibilità
sconosciuto
accoglienza
sconosciuto
didattica
sconosciuto
accompagnamento
sconosciuto
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
sconosciuto

DOVE DORMIRE NELLE VICINANZE

© 2013 2020 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl