Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Chiesa di Sant'Eusebio

Diocesi di Vercelli ( sec. XII; XIV; XIX )

piazza sant'eusebio, 13041, Vc

Dai documenti di archivio, tra cui un diploma dell'Imperatore Federico Barbarossa, sembra in fatti che tra dodicesimo e quattordicesimo secolo la chiesa esistesse già è possedesse una collegiata composta da un prevosto e tre canonici. A partire dal 1474 Bianzè fu prima aggregata alla diocesi di Casale e tornerà sotto quella di Vercelli solo nel 1805. L'attuale chiesa parrocchiale fu costruita nel 1680-81, mentre la navata principale, il coro e gran parte della decorazione a stucco e le pitture risalgono invece ai lavori avvenuti tra XVIII e XIX secolo.
Oggi la chiesa si i fianchi laterali ancora con il laterizio a vista mentre invece la facciata classicista, elegante è intonacata e tinteggiata scandita da due coppie di lesene sormontate da capitelli con foglie d'acanto. La trabeazione sovrastante sorregge il frontone con timpano al cui interno è presente un altorilievo in stucco.
L'impianto planimetrico è a tre navate e cinque campate, quelle laterali, più strette e basse della mediana, sono separate mediante archi a tutto sesto poggianti su pilastri cruciformi. La navata centrale culmina in un coro composto dal presbiterio e dall'abside semicircolare. Gli interni sono abbelliti con riquadrature e stucchi dorati sulle volte, sugli arconi e con il finto marmo dei pilastri e le dorature dei capitelli. Di notevole pregio sono le opere lignee ottocentesche tra cui si ricordano: il battistero, il pulpito gli stalli del coro, i banconi della sacrestia e il confessionale.
Infine, in contrasto stilistico con la facciata, emerge sul retro il campanile romanico con tessitura muraria in laterizio alternato a sfondati intonacati e decorati con archetti pensili in cotto.

Sant’ Eusebio, Patrono della città di Vercelli nonché fondatore della più antica diocesi del Piemonte, viene festeggiato dai cittadini il Primo di Agosto. Egli fu vescovo di Vercelli a partire dal 345 d.C.
Originario della Sardegna venne delegato da Papa Giulio I proprio a Vercelli per guidare il popolo dei fedeli cristiani. Eusebio è indicato quasi certamente come primo vescovo vercellese; non compaiono infatti notizie certe circa suoi predecessori nonostante la zona fosse già ritenuta significativa sotto l’aspetto devozionale: a Vercelli morì S. Teonesto, poco prima dell’arrivo dello stesso Eusebio. Importantissima fu la particolare dedizione con cui si dedicò all’evangelizzazione della Gallia Cisalpina Occidentale, appoggiandosi al clero vercellese per la fondazione di nuove sedi cristiane - Novara, Ivrea, Tortona. Alla luce di questa capillare opera di cristianizzazione si può considerare S. Eusebio come una sorta di anticipatore di quanto verrà svolto nel 374 da Sant’Ambrogio - sebbene su scala territoriale maggiore.

Link esterni
Accessibilità
Lun-Sab chiuso
Dom 10:00 - 12:00

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Lun-Ven -
Sab 17:30
Dom 10:00 17:30

Info

cattedrale
Cattedrale di Vercelli
diocesi
Vercelli
tipologia edificio
Chiese e comunità parrocchiali
indirizzo
piazza sant'eusebio, 13041, Vc
tel
016149175
web
www.arcidiocesi.vc.it

Servizi

accessibilità
si
accoglienza
sconosciuto
didattica
sconosciuto
accompagnamento
sconosciuto
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
sconosciuto

DOVE DORMIRE NELLE VICINANZE

OSTELLO SANTHIA' SULLA VIA FRANCIGENA

VIA MADONNETTA 4, SANTHIA', 13048, VC

OSTELLO e OSPITALE PER PELLEGRINI

3664404253 / 3336162086 info@santhiasullaviafrancigena.it

Leggi tutto

CASA PER FERIE LA STEIVA

VIA GIOVANNI FLECCHIA 99, PIVERONE, 10010, TO

OSTELLO

3397219024 ostellolasteiva@gmail.com

Leggi tutto

OASI SAN BENEDETTO

VIA LOMBARDORE 6, MONTANARO, 10017, TO

CASA per RITIRI SPIRITUALI

011389376 parr.s.benedetto@diocesi.torino.it

Leggi tutto

© 2013 2022 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl - Informativa privacy