Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Chiesa di San Dalmazzo

Diocesi di Cuneo ( sec. V; XI; XVIII )

Piazza XI Febbraio 4, 12011, Borgo San Dalmazzo, Cuneo

La prima chiesa venne fondata probabilmente su di un edificio commemorativo della tomba del santo, nell'ambito della necropoli romana progressivamente in disuso.
Il re longobardo Ariperto II fondò l'abbazia, dotandola di una nuova chiesa a tre navate, riccamente decorata con marmi scolpiti, nella quale venne traslata la tomba di san Dalmazzo.
Nei primi decenni dopo il Mille, la chiesa venne interamente ricostruita in forme romaniche, con tre navate scandite da pilastri e dotata di una modesta cripta, destinata al culto delle reliquie.
La chiesa venne ingrandita, con l'aggiunta di due navate e una nuova facciata alla quale si addossa un atrio monumentale. Anche la cripta si ampliò notevolmente, arricchendosi di due vani laterali.
La chiesa è quella di oggi conservata, con cappelle laterali lungo i fianche e uno spazio dedicato alle reliquie soprastante il presbiterio.

San Dalmazzo viene descritto come un evangelizzatore itinerante sulle Alpi Marittime, attorno all’antica Pedona, con missioni in Provenza e nella pianura da Alba, a Milano e a Pavia, dove lo si vorrebbe vescovo e martire locale.
La tradizione pone la data della sua morte al 5 dicembre 254.
Gli elementi finora emersi tuttavia, pur dando prova di continuità di culto, non hanno fornito testimonianze epigrafiche o iconografiche nuove e comprovanti la persona del santo e il suo eventuale martirio.
Chiese a lui dedicate dal tardo medioevo sono presenti oltre che in Piemonte, Provenza e Liguria, anche in Lombardia, Emilia e Toscana.
Tuttavia i testi liturgici e letterari medievali hanno suscitato non poche questioni in questo ultimo secolo, lasciando alla fine l’idea di una vaga leggenda.
Indubbio frutto delle indagini archeologiche recenti, che hanno portato alla luce l’abside di una chiesa del VI secolo, è la prova di una continuità di culto per almeno un millennio e mezzo sul luogo ove la tradizione pone la sepoltura di San Dalmazzo.
L’incertezza delle notizie dalle fonti letterarie e liturgiche più antiche hanno lasciato adito al diffondersi di due tradizioni iconografiche ben distinte.
Nella prima il santo è raffigurato come vescovo, secondo la tradizione pavese, diffusa in Lombardia, Emilia, e Toscana.
Nell’area dello Stato sabaudo, dalla fine del Cinquecento, San Dalmazzo è raffigurato in abiti di legionario tebeo e come tale compare nella maggior parte delle raffigurazioni a lui dedicate nella chiesa di Borgo, salvo nella statua moderna che lo raffigura come oratore classico.

Approfondimenti
Lun-Dom 07:00 - 19:00

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Lun 08:30
Mar 08:30 18:15
Mer 08:30
Gio 08:30 18:15
Ven 08:30
Sab 18:00
Dom 09:30 10:30

Info

cattedrale
Cattedrale di Cuneo
diocesi
Cuneo
tipologia edificio
Chiese e comunità parrocchiali
indirizzo
Piazza XI Febbraio 4, 12011, Borgo San Dalmazzo, Cuneo
tel
0171266133
mail
sandalmazzo@tiscali.it
web
www.sandalmazzo.com

Servizi

accessibilità
si
accoglienza
true
didattica
sconosciuto
accompagnamento
true
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
sconosciuto

DOVE DORMIRE NELLE VICINANZE

OSTELLO DEL PELERIN

VIA XI FEBBRAIO 2, GAIOLA, 12010, CN

OSTELLO

3805445620 prenotazioni@ostellogaiola.cn.it

Leggi tutto

CASA PASCAL D’ILLONZA

VIA DEL VILLAR SAN COSTANZO 5, CUNEO – SAN PIETRO DEL GALLO , 12100, CN

casa per ferie dedicata a esercizi spirituali guidati

0171682223 / 3287241116 casaesercizi@diocesicuneo.it

Leggi tutto

CASA DI SPIRITUALITA CERTOSA DI PESIO

LOCALITA' CERTOSA DI PESIO 1, CHIUSA PESIO, 12013, CN

Ostello con indirizzo spirituale

0171738123 / 0171738284 certosa@consolata.net

Leggi tutto

© 2013 2021 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl - Informativa privacy