Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Santuario Madonna delle Grazie

Diocesi di Casale Monferrato ( sec. XV; XVII )

Strada per Meroero, 14023 Cocconato (AT)

Lungo la strada verso la frazione Maroero, si incontra il santuario della Madonna delle Grazie. Di costruzione sicuramente antecedente al XV secolo, venne eretto per “racchiudervi un pilone votivo, portante dipinta a fresco l'immagine della Vergine”. Narra la trazione che volendo i borghigiani edificare la chiesa su di un vicino colle, sembrandone più adatta l’ubicazione, trovassero ogni mattina disfatto il lavoro del precedente giorno, e il materiale trasportato a valle, e ritenendo questo fatto una indicazione divina, scelsero quel luogo per la costruzione.
La facciata si sviluppa su due livelli, coronata da un timpano triangolare su cui poggiano due angeli. Il livello inferiore è costituito da un porticato a tre arcate, forse realizzato durante i lavori del 1630, mentre quello superiore, ripartito da lesene, presenta ai lati due nicchie contenenti le statue di san Sebastiano, a sinistra, e di un santo vescovo (forse san Grato), a destra, e nella parte centrale una finestra trifora. Sul lato destro si eleva il campanile.
La chiesa presenta un’unica navata, con il solo altare maggiore, delimitato dalla balaustra.
L’altare ligneo finemente dorato è costituito da una struttura formata da vari elementi scolpiti (volti di puttini, capitelli, angioletti); a ogni lato si elevano due colonne tortili con al centro una statua lignea. Nella parte inferiore è presente un paliotto tripartito, datato 1790, con raffigurata nel medaglione centrale la Vergine.
La pala raffigura il Padre Celeste nell’atto di incoronare la Madonna delle Grazie, con angeli che reggono il mantello stellato, che avvolge i fedeli in segno di protezione.
Durante i recenti restauri sono state rinvenute, dietro l’altare, porzioni di un affresco del XV secolo, in cui si identificano san Domenico a sinistra, la Vergine al centro e san Sebastiano a destra. Dopo l’intervento conservativo l’affresco è stato posizionato su apposita struttura metallica di supporto e collocato sulla parete destra della chiesa.
Sulla parete di sinistra è posto un quadro del XVII secolo, raffigurante la Madonna con santi e angeli.

Riguardo l’intitolazione della chiesa alla Madonna delle Grazie, il titolo va inteso sotto due aspetti: Maria Santissima è Colei che porta la Grazia per eccellenza, cioè suo figlio Gesù, quindi Lei è la "Madre della Divina Grazia"; Maria è la Regina di tutte le Grazie, è Colei che, intercedendo per noi presso Dio ("Avvocata nostra"), fa sì che Egli ci conceda qualsiasi grazia: nella teologia cattolica si ritiene che nulla Dio neghi alla Santissima Vergine. Specialmente il secondo aspetto è quello che ha fatto breccia nella devozione popolare: Maria appare come una madre amorosa che ottiene tutto ciò che gli uomini necessitano per l'eterna salvezza. Tale titolo nasce dall'episodio biblico noto come "Nozze di Cana": è Maria che spinge Gesù a compiere il miracolo. La Chiesa Cattolica celebra la festività della Madonna delle Grazie il 31 maggio, commemorando la Visitazione di Maria ad Elisabetta. Anticamente e in molte località ancora oggi la festa si svolgeva il lunedì in Albis, poi il 2 luglio e ancora oggi, nella maggior parte delle località nelle quali è venerata la Madonna delle Grazie, la si continua a festeggiare in tale giorno; altrove la festività ricorre il 26 agosto oppure, con data mobile, la terza domenica dopo Pentecoste. Per correttezza cronologica, la Sacra Congregazione dei Riti ha fissato la festa in tale data onde creare il nesso tra le ricorrenze evangeliche celebrate, nella loro consecuzione storica, l'Annunciazione il 25 marzo, la Visitazione il 31 maggio e la Natività di San Giovanni Battista il 24 giugno. In questo modo la Chiesa ha voluto completare il mese di maggio, consacrato dalla devozione popolare alla Vergine Maria.

Liens externes
Approfondissements
Lun-Dom chiuso

La chiesa è visitabile contattando il parroco don Igor al 3389716209

Le site pourra être visité durant l'horaire indiqué sauf en cas de célébrations liturgiques

Infos

cathédrale
Cattedrale di Casale Monferrato
diocèses
Casale Monferrato
type d'édifices
Santuari
adresse
Strada per Meroero, 14023 Cocconato (AT)
tél
0141907081
port.
3389716209
email
parrocchia.cocconato@libero.it

Services

accessibilité
si
accueil
inconnu
didactique
inconnu
accompagnement
true
bookshop
inconnu
restauration
inconnu

OÙ DORMIR À PROXIMITÉ

CARMELO “MATER UNITATIS”

REGIONE VILLA PUZZI 1, MONTIGLIO MONFERRATO , 14026, AT

FORESTERIA

0141994055

Lire tout

ISTITUTO BERNARDI SEMERIA - CENTRO ACCOGLIENZA GIOVANI

COLLE DON BOSCO, FRAZIONE MORIALDO 30, CASTELNUOVO DON BOSCO, 14022, AT

OSTELLO

0119877111 info@colledonbosco.it

Lire tout

CASA del PELLEGRINO

VIA S. GIOVANNI BOSCO 30, VILLANOVA d'ASTI, 14100, AT

CASA PER FERIE

0141948447 cdelpellegrino.villanova@gmail.com

Lire tout

© 2013 2020 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl - Informativa privacy